12227802_10207840688125452_879887391774417205_n

IL SETTORE ANTINCENDIO

Questo settore è in parte componente del Settore Protezione Civile nell’ambito dell’attività di Prevenzione e Lotta Attiva agli Incendi Boschivi che vede impegnata l’associazione nel periodo tra il 15 giugno e il 15 settembre, in relazione ad apposita convenzione con la Regione Puglia – Sezione Protezione Civile,  e che vede la partecipazione di Volontari A.I.B. opportunamente informati, formati ed addestrati secondo le linee guida reginali.   L’attività di contrasto agli incendi boschivi è iniziata nel 2007 con la prima convenzione regionale, l’affiancamento agli organi preposti (Vigili del Fuoco e Corpo Forestale dello Stato) hanno incrementato la fiducia professionale delle Istituzioni tanto che negli anni successivi,  in collaborazione con il Comune di Putignano, il Corpo Nazionale di Vigili del Fuoco ed il Corpo Forestale dello Stato, l’associazione inizio un progetto intitolato “Il tuo bosco da salvare” con l’obbiettivo di sensibilizzare i cittadine alla prevenzione e alla mitigazione dei comportamenti errati che causano gli incendi, anche grazie alla diffusione di un opuscolo informativo. A tutt’oggi è nata una grande collaborazione con la Regione Puglia e il Comune di Putignano.

Altro ramo di questo settore è quello della vigilanza Antincendio durante l’accensione e lo sparo dei c.d. fuochi d’artificio, dove è necessaria, secondo la normativa vigente, la presenza di mezzi e personale formato ed addestrato sul posto dello sparo. L’associazione ha in dotazione mezzi omologati per l’attività antincendio con appositi “moduli” che i volontari utilizzano al meglio per effettuar il primo intervento di spegnimento.

 

Questi sono i macro-settori in cui l’associazione Rangers si realizza al fine di migliorare nell’offrire un servizio alla cittadinanza grazie ai volontari, formati ed addestrati, che aderiscono alle richieste della comunità portandosi a casa l’esperienza sempre in crescita. Tutti i Volontari durante lo svolgimento del Servizio indossano ed utilizzano i D.P.I. (obbligatori) in relazione alla tipologia del rischio presente sulla scena d’intervento.  Non da dimenticare l’utilizzo degli apparati radio portatili impostati sulla frequenza radio, concessa dal Ministero dello Sviluppo Economico, che l’associazione ha in dotazione.

Una delle attività a cui l’associazione partecipa è la prevenzione degli incidenti stradali con al sensibilizzazione alla sicurezza stradale nelle scuole collaborando con l’associazione “Vivi la Strada”, inoltre negli anni scorsi si è effettuata la sensibilizzazione e la conoscenza della protezione civile nelle scuole superiori di Putignano e Castellana, un’attività a tutt’oggi in progettazione ma che a breve ricomincerà.

12376170_10208048704405729_6948580913104564859_n

IL SETTORE SANITARIO

Uno dei settori più sentiti dalla cittadinanza e più impegnato a livello territoriale. I volontari soccorritori sono adeguatamente formati ed addestrati, secondo la vigente normativa statale e regionale, per risolvere in maniera ottimale situazioni di carattere sanitario in emergenza – urgenza, per quanto di competenza, con la professionalità, l’efficacia e l’efficienza che da sempre contraddistinguono l’associazione.

Una delle principali e fondamentali attività di questo settore, ma più in generale dell’associazione, sono i servizi sanitari di trasporto pazienti dalle strutture sanitarie a molteplici e varie destinazioni, effettuati con idonei e specifici mezzi quali le ambulanze (per le quali e stata rilasciata idonea Autorizzazione Sanitaria dalla ASL BA)  con all’interno distinte ed atte attrezzature utilizzate dai Volontari Soccorritori che monitorano le condizioni del paziente. Tra l’altro è possibile richiedere, valutando preventivamente le condizioni del paziente e sentito il parere del Medico, di effettuare il trasporto con altre figure sanitarie professionali (Medici e/o Infermieri).

Spesso i Volontari Soccorritori partecipano attivamente a Servizi d’Istituto ove è richiesto personale sanitario come ad esempio la storica Marcialonga di San Giuseppe, il Carnevale di Putignano, la eccezionale competizione podistica “24ore” e tante altre competizioni sportive e manifestazioni che necessitano del primo intervento sanitario.

61884_1629156090475_4745789_n

IL SETTORE PROTEZIONE CIVILE

Questo settore comprende tutte le attività di Protezione Civile, espresse dalla vigente normativa statale e regionale, ove i volontari sono informati, formati ed addestrati per particolari tipologie di rischi. Una tra le più importanti norme è la Direttiva concernente “Indirizzi operativi volti ad assicurare l’unitaria partecipazione delle organizzazioni di volontariato all’attività di protezione civile”, emanata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento di Protezione Civile, al fine di inquadrare le competenze dei volontari nelle attività di protezione civile.

L’associazione Rangers dalla sua costituzione partecipa attivamente a tutte le attività di protezione civile, sia a livello Regionale sia a livello Comunale, formando ed addestrando i propri volontari.

In questo settore i Volontari di Protezione civile, sono richiesti dalle competenti Autorità di Protezione Civile (S.O.I.R. – S.O.U.P. – Prefettura – Coordinamento Provinciale delle Associazioni – Comune) per intervenire su diversi scenari di rischio, tra cui allagamenti, smontamenti, avversi eventi meteo (grandinate, forti piogge, fulminazioni elettriche), nevicate abbondanti.

Nel contesto delle attività di Protezione Civile, l’attivazione dell’associazione è predisposta, a livello comunale, dal Centro Operativo Comunale nel caso in cui ci siano i presupposti sanciti dal Piano Comunale di Protezione Civile, come ad esempio lo svolgimento della Manifestazione del “Carnevale di Putignano”  ove la nostra associazione svolge un compito importante e principale nel garantire la sicurezza e soccorso  sanitario,  l’attività di primo intervento antincendio e grazie all’affiliazione con FIR – CB SER si sino garantite una parte delle comunicazioni radio.

Questo settore è equiparato ad un azienda privata per quanto concerne gli obblighi sanitari per i volontari, secondo il Decreto 13 aprile 2011: Disposizioni in attuazione dell’articolo 3, comma 3-bis, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, emanato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile, con l’obbiettivo di preservare e tutelare la salute dei volontari soggetti all’esposizione di diversi rischi durante gli interventi di protezione civile.

12644881_1164423710235467_6351129798897670927_n

IL SETTORE GENERICO

Tutti i volontari che non sono in possesso di titoli formativi, attestati, o altre qualifiche riconosciute dalla normativa vigente, partecipano ai Servizi d’Istituto ove è necessario garantire l’ordine, fornendo al cittadino un senso di sicurezza personale, informandolo sulla manifestazione in atto e consigliando azioni da intraprendere per non intralciarla. Alcune volte i volontari “generici” formati per la sicurezza stradale, sono chiamati ad intervenire IN AUSILIO alle FF.O., tramite un apposito servizio di Pronto Intervento, svolgendo mansioni di movieri in caso di Sinistri Stradali garantendo la sicurezza stradale degli operatori di polizia  che rilevano il sinistro.

Altro tipo di “servizio generico” è il supporto logistico e l’informazione alla cittadinanza durante lo svolgimento di competizioni sportive su strada, ove il Volontario viene informato sulle caratteristiche principali della stessa (inizio e fine, circuito, percorsi stradali alternativi, ordinanza e tutte le informazioni chiave utili) al fine di evitare (ridurre) disservizi ai conducenti dei veicoli. Questo tipo di Servizio viene pianificato e coordinato dai competenti organi di Polizia.

In ogni caso i Volontari generici effettuano, in affiancamento ai più anziani, il servizio di Pronto Intervento ove gli stessi interverranno sempre in ausilio ad altre istituzioni statali competenti, su diverse tipologie di scenari (sinistri stradali, caduta alberi, ricerca persone scomparse, ecc.).